Radio Studio 100 news - Radio Studio 100

Vai ai contenuti

Radio Studio 100Il piacere di essere......i primi nel vs. cuore!

A Radio Studio 100
sono le ore

TARANTO - ArcelorMittal: sciopero Usb il 2 ottobre e presidio in fabbrica

Radio Studio 100
Pubblicato da Sara Yoder in Taranto · 29 Settembre 2020
Tags: economia
«Gli ultimi due anni hanno prodotto risultati catastrofici con riferimento sia alla situazione dei lavoratori che allo stato degli impianti. il gruppo franco-indiano va immediatamente allontanato. Poi sarà compito del Governo avviare una vera riconversione economica del territorio, il tempo è ormai scaduto».

Lo sottolinea in una nota l'Usb di Taranto che ha proclamato per venerdì 2 ottobre, a partire dalle 7, uno sciopero di 24 ore, con presidio davanti alla portineria C, dei dipendenti diretti di ArcelorMittal, dell’appalto e dell’Ilva in as.

L'Usb giudica deludente il tavolo tecnico di lunedì al Mise con sindacali, rappresentanti di altri Ministeri e Invitalia. «La riapertura del confronto su tavoli istituzionali da un lato e il reinserimento al lavoro di circa 200 lavoratori non bastano - prosegue il sindacato di base - e non ci inducono a sperare che ArcelorMittal possa invertire la marcia e trasformarsi in un gestore serio e affidabile. Far tornare in azienda alcuni dipendenti ha tutto il sapore del contentino».

L'Usb ribadisce i motivi per i quali chiede «l'immediato allontanamento del gruppo franco-indiano da Taranto: condotta antisindacale (condanna ex art.28 Statuto dei Lavoratori), assenza di investimenti sulla manutenzione degli impianti e quindi sulla sicurezza (la fabbrica è ridotta a un colabrodo e va fermata), licenziamenti facili, ricorso continuo alla cassa integrazione anche in un momento in cui il mercato dell’acciaio (in ripresa) non lo giustificherebbe, arretrati nei pagamenti e atteggiamento discriminatorio nei confronti di alcune aziende dell’appalto».



Torna ai contenuti